Tariffe Gas e Luce

Parliamo di indicizzato, fisso, costante.

In questo ultimo anno avete sentito parlare in maniera ricorrente di energia, di rincari, di tariffe energetiche, di possibilità di risparmiare con il risultato di crearvi solo che confusione.

Quelle che vorremo fare qui è fare un po’ di chiarezza sui termini tecnici che accompagnano le varie offerte, partendo dall’analisi delle varie tariffe energetiche.

Sapete le differenze tra tariffe a prezzo fisso, indicizzato o costante?

Proviamo a spiegarvelo qui.

TARIFFE DI LUCE E GAS A PREZZO FISSO.

Il prezzo fisso permette di bloccare il costo al kwh, o il costo al smc, per un determinato periodo, solitamente uno, due o tre anni, ciò significa; se aumenta il prezzo di luce e gas, sul mercato all’ingrosso, il cliente non subirà variazioni, ma, allo stesso modo, non potrà beneficiare di eventuali abbassamenti del prezzo di mercato, a quel punto la sola possibilità per risparmiare sarà quella di cambiare fornitore, senza nessun costo aggiuntivo.

TARIFFE DI LUCE E GAS A PREZZO INDICIZZATO.

Le tariffe a prezzo indicizzato seguono un indice di riferimento e quindi variano a seconda delle oscillazioni di mercato.

Il prezzo indicizzato varia in base a quanto ammonta il costo d’acquisto dell’energia elettrica e del gas nel mercato all’ingrosso; ogni mese avremo quindi un costo differente, l’esatto opposto di quanto abbiamo visto nelle tariffe a prezzo fisso.

Il mercato tutelato rappresenta un classico esempio di tariffa a prezzo indicizzato, variando ogni tre mesi il prezzo della luce e ogni mese il prezzo del gas, come stabilito dall’Arera.

Nel mercato libero le società fornitrici sono obbligate, per le tariffe a prezzo indicizzato, a descrivere ed indicare nel contratto il meccanismo di indicizzazione adottato:

  • Se è previsto uno sconto rispetto alla materia prima luce o gas del mercato tutelato previsto dall’autorità
  • Se invece varia al variare del PUN, il prezzo unico nazionale, definito nel mercato della borsa elettrica italiana, ed al PSV, punto di scambio virtuale per il mercato del gas, che rappresenta il punto di incontro tra domanda e offerta in Italia.

Le società sono inoltre tenute ad indicare il prezzo massimo raggiunto nell’ultimo anno e quando questo è stato raggiunto.

TARIFFE DI LUCE E GAS A RATA COSTANTE.

La vera novità è rappresentata dalle tariffe a rata costante.

Nelle tariffe a rata costante vengono presentate delle fasce di consumo annuo e ad ognuna di queste è attribuita una rata fissa e ripetitiva per dodici mesi.

Alla scadenza dell’annualità verrà effettuata una analisi dei consumi fatturati che potrà portare:

  • Nessun ricalcolo se i consumi si saranno mantenuti all’interno della fascia scelta inizialmente
  • Addebito/accredito nel caso in cui i consumi si siano alzati o abbassati tanto da portare ad uno slittamento nella fascia più alta o più bassa.

In caso di addebito questo potrà essere fatto in unica soluzione o spalmato sulle rate dell’anno successivo.

Il vantaggio della rata costante sta nell’avere una quota certa da pagare, senza alcuna sorpresa, facciamo un esempio:

il consumo del gas cambia notevolmente in base alle stagioni, pensiamo ai mesi invernali in cui il gas serve per riscaldare casa; con la rata costante il consumatore sa che avrà un costo fisso mensile, evitando i salassi dei mesi invernali.

E tu che tariffa hai? Sei sicuro sia quella giusta per le tue esigenze?

Siamo a tua disposizione per fare chiarezza ai tuoi dubbi e per fornirti un preventivo, senza impegno, studiato sulle tue necessità. Vieni a trovarci nell’Aby Point più vicino (https://www.aby.it/mappa-aby-point/) oppure richiedi il preventivo on-line comodamente da casa alla pagina dedicata Gas & Luce

Ti aspettiamo!

Commenti chiusi

Seguici sui nostri social:
Privacy policy - Cookie policy
Copyright © 2022 - ABY proprietà di Aby Broker Srl - Codice Fiscale/Partita IVA 00803170141 - Via Monte Napoleone 8 - 20121 Milano